Nicola Gliri (Bitonto,1631 - 1680) - Il culto universale dei Santi Medici - Iconografia e Venerazione dei santi Cosma e Damiano

Patroni di Alberobello
Patroni di Alberobello
Centro Studi Internazionali Pierre Julien
titolo del sito del comitato feste patronali di Alberobello
titolo del sito del comitato feste patronali di Alberobello
COMITATO FESTE PATRONALI ALBEROBELLO - SITO UFFICIALE
ICONOGRAFIA E VENERAZIONE DEI SANTI MEDICI COSMA E DAMIANO
Vai ai contenuti

Nicola Gliri (Bitonto,1631 - 1680)

nasce a Bitonto nel 1634. Le notizie che lo riguardano sono abbastanza scarne, sappiamo solo che la sua produzione é stata notevole, seconda solo al suo contemporaneo Carlo Rosa. E' stato avviato alla pittura dal 1652 e già dallo stesso anno lo vediamo a Conversano con il Rosa e l'Altobello per terminare i cicli decorativi in san Benedetto e nella chiesa di san Cosmo iniziati dal Finoglio e proseguiti da Cesare Fracanzano. Parallelamente alle ricerche di Altobello, il Cliri, va sviluppando una propria interpretazione dei problemi illuministici impostati dall'ultimo Fracanzano, in un tentativo non del tutto riuscito di sgranare la materia nell'atmosfera luminosa.

Le tele del duomo di Bitonto del 1687 sono le ultime sue opere e anche il periodo in cui finiscono le sue notizie. Per una maggiore conoscenza della sua tematica finale, importante risultano i rapporti con i giordaneschi operanti in Puglia e tra questi Andrea Miglionico, con il quale ha lavorato alla decorazione delle volte della chiesa di santa Chiara a Bari.

Tracce del Cliri li troviamo nella cattedrale di Rutigliano con il quadro della Madonna del Latte, di piacevole fattura, molto vicina, sia nella cromia che nella delicatezza dell'impostazione con la Madonna e sant'Anna siti nella chiesa di santa Maria Vetere ad Andria.


© Copyright www.santimedici.net 2014 -2018
Privacy Policy
Torna ai contenuti