Antoine de Favray (Bagnolet, 8 settembre 1706 – Malta, 9 febbraio 1798) - Il culto universale dei Santi Medici - Iconografia e Venerazione dei santi Cosma e Damiano

Patroni di Alberobello
Patroni di Alberobello
Centro Studi Internazionali Pierre Julien
titolo del sito del comitato feste patronali di Alberobello
titolo del sito del comitato feste patronali di Alberobello
COMITATO FESTE PATRONALI ALBEROBELLO - SITO UFFICIALE
ICONOGRAFIA E VENERAZIONE DEI SANTI MEDICI COSMA E DAMIANO
Vai ai contenuti

Antoine de Favray (Bagnolet, 8 settembre 1706 – Malta, 9 febbraio 1798)

ntoine de Favray (Bagnolet, 8 settembre 1706 – Malta, 9 febbraio 1798) è stato un pittore francese noto per i dipinti di personalità dell'Impero ottomano e dei Gran Maestri di Malta. Figlio di Claude Favray e di Marie Millet, non si conosce molto sulla sua giovinezza [285]. Nel 1738 accompagnò a Roma, come studente privato, Jean-François de Troy, che era stato nominato direttore dell'Accademia di Francia. Nel 1739, divenne residente ufficiale dell'accademia come successore di Jean-Charles Frontier. Realizzò diverse riproduzioni di opere famose come l'Incendio di Borgo di Raffaello e un affresco di circa 10,60 metri di larghezza, che venne esposto nella Galleria di Apollo al Louvre di Parigi nel 1741. Realizzò anche copie di dipinti di maestri come Guercino e Tiziano [285].

A Costantinopoli dipinse l'ambasciatore francese Charles Gravier de Vergennes in abiti ottomani, dipinto esposto al Museo di Pera a Istanbul. Alla fine del soggiorno, si recò a Malta nel 1744. Divenne fratello dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme il 23 gennaio 1751. Per pagare il suo contributo si impegnò a dipingere tre lunette della chiesa del monastero di La Valletta. Dato che non aveva pronunciato i voti, non aveva diritto ad una commenda, ma ottenne una pensione presso la Commenda di Saint-Étienne de Renneville. Un probabile scandalo di natura sessuale lo costrinse a lasciare Malta per Costantinopoli, perché, scrisse in una lettera a Pennes, sperava di tornare al convento quando fosse diventato un monaco migliore. Successivamente si stabilì definitivamente a Malta e, nel 1783 a settantasette anni, poté fare, senza scrupoli voto di verginità, come scrisse al chevalier de Saint-Priest à Seystres-Caumont. Pronunciò i voti l'8 agosto ottenendo la commenda di Valcanville, prima ad essere rimasta vacante e riservata ai cappellani conventuali. Per compensare la perdita della commenda durante la Rivoluzione francese, venne nominato alla carica di tesoriere della Sacra Infermeria nel 1793, e confermato nell'incarico nel 1795 e nel 1797 [285]. Morì all'età di 92 anni, il 9 febbraio 1798, quattro mesi prima della fine dell'Ordine a Malta.

Antoine de Favray si è cimentato anche lui in un'opera sui Santi Medici, una sua opera la troviamo presso la Wellcome Library di Londra. Il dipinto mostra i Nostri intendi a operare un paziente al petto.
© Copyright www.santimedici.net 2014 -2018
Privacy Policy
Torna ai contenuti